A Viva Voce
Alcuni uomini e alcune donne di Corsica, premurosi del rinverdimento della lingua dotta dei nostri antenati hanno deciso di pubblicare questa rivista in lingua italiana. Essa è un nostro retaggio e un puntello per mantenere viva la lingua còrsa.
Home
Invia a un'amico
Stampa
aumenta la taglia del testo
diminuisci la taglia del testo
Notizie
Pierre Louis Alessandri

Attualità al 18 luglio 2012



Attualità al 18 luglio 2012

Dipinti napoletani al museo di Bastia
 

Dal 6 luglio al 31 dicembre 2012 il Museo di Bastia propone un'interessantissima mostra di pittori napoletani del Seicento e del Settecento. Dipinti di notevole valore, opere offerte alla città di Bastia dal cardinale Fesch, zio di Napoleone . Questa mostra è concepita come un vero corso di storia dell'arte. Dà schiarimenti su alcune opere di pittori napoletani, dopo uno studio recente di specialisti di questa epoca pitturale, permettendo così di scoprire o conoscere meglio artisti partenopei come Carlo Amalfi, Marzio Masturzo, Gennaro Greco, detto il Mascacotta, Corrado Giaquinto, Gregorio Preti o Jusepe de Ribera.

Il Cardinale Fesch (1763-1839) ha riunito una tra le più famose collezioni d'opere d'arte d'Europa. Questa collezione contiene molte opere di pittori napoletani, e la città di Bastia ne possiede una quindicina. Alla morte del cardinale gran parte del suo patrimonio d'arte è stato dato a diverse città della Corsica. Aiaccio ne ha ereditato la parte più importante, ma Bastia ottenne una dotazione notevole di 100 dipinti, che sono conservati al Museo e nelle chiese.

Da quando è stato restaurato, il Museo di Bastia, nel Palazzo del governatore genovese, conduce una politica che dà spazio ad artisti contemporanei comme la mostra di Anne Delassus, fotografa, o precedenti come lo scultore bastiese, Jean-Marie Peckle (1868-1956). Ha iniziato anche una mostra di disegni degli scolari che negli anni 1942/43 hanno descritto, nella loro visione infantile, l'occupazione italiana della Corsica.

 

Premi del Libro Corso
 

La giuria del Premio del Libro Corso riunita quest'anno a Santa Pietro di Venaco ha premiato tre opere di scrittori corsi. In lingua Francese hanno ottenuto il premio Marie Ferranti per il suo romanzo storico "Une haine de Corse" publicata da Gallimard che verte sui rapporti di odio tra Napoleone e il conte Carlo Andrea Pozzo di Borgo. Nella categoria "saggi" è stata un'altra scrittrice Helène Costanty giornalista al settimanale parigino "l'Express" a vincere per "Razzia sur la Corse" (Grasset) un libro sul fenomeno mafioso in corsica. Per le opere in lingua corsa ha vinto Antone Ciosi il cant'autore mitico dell'isola per "Una Mamma" (Casa edizione)" Ricordi d'una zitellina in Casinca". In quest'opera Ciosi riunisce la sua bella voce e una scrittura emozionante in omaggio alla sua mamma e anche a tutte le mamme della Corsica.

 

Bel canto a Corte


La Villa Pancrazi di Corte ogni estate diventa un santuario del bel canto. Dal 6 al 12 agosto « Il flauto magico » di Mozart sarà al programma di questa 8a edizione. Ma altri spettacoli sono previsti in alcuni paesi dell’isola : Pietraserena, San Gavino di Carbini, e Santo Pietro di Venaco con un programma di arie del repertorio italiano.


 

Un nuovo rivestimento per Furiani


La squadra di calcio di Bastìa giocherà questa stagione in Ligue I (analoga alla Serie A italiana). Il terreno dello stadio Armand Cesari di Furiani si è dotato di un nuovo rivestimento erboso simile a quello del Barça di Barcellona e del Real Madrid. Di una superficia di 8000 metri quadrati, con un costo di più di 500 mila euro pagati dalla CAB (Communità dell’agglomerazione bastiese). Oltre il nuovo rivestimento i tifosi avranno uno stadio tutto restaurato che potrà accogliere 17000 spettatori.

 

Scomparsa di Ivio Stella


E' morto il 15 luglio nel suo paese di Morsiglia, nel Capo Còrso, Ivio Stella una delle figure più note del nazionalismo còrso aveva 69 anni. Dal 1995 era sindaco di questa località della punta nord della Corsica, ma negli anni intorno al 1976 Stella era stato uno dei fondatori del FLNC il movimento clandestino terrorista. Dopo l'attentato che aveva distrutto nel 1977 il centro trasmittente del Pigno (sopra Bastia), (ripetitori per la televisione), Stella era stato condannato dalla Corte di Sicurezza dello Stato à 15 anni di carcere.Una condanna sospesa da François Mitterand nel 1981. Nel 1995 Ivio Stella faceva una critica della violenza e prendeva le distanze dal movimento clandestino. La sua gestione del paese di Morsiglia era lodata da molti eletti. Personaggio brillante, intelligente, la sua dialectica sulla Corsica era apprezzata anche da i suoi opponenti. Paolo Giacobbi presidente della Giunta Regionale ha reso omaggio all'uomo politico.


 

Delegazione valida


La delegazione di servizio publico marittimo per il periodo 2007-2013 è legale. Il Consiglio di Stato ha reso la sua decisione il 13 luglio modificando così un'altra decisione della Corte Aministrativa d’Appello di Marsiglia che aveva annullato questa delegazione. Le compagnie marittime francesi SNCM e CMN potranno così continuare ad’assicurare il servizio publico con Marsiglia fina al 2013. Era stata la Corsica Ferries ad avviare la procedura giudiziaria considerando che la delegazione non era legale nei confronti del regolamento europeo. « Le nostre denuncie non sono state contradette dal Consiglio di Stato che ha giudicato la forma e non il fondo » ha dichiarato Pietro Mattei direttore generale della compagnia italiana.

 

Ecofestività cittadina


« Non sporcate più i luoghi dei festival » ecco il consiglio dato dal SYVADEC, il sindacato intercomunale della Corsica che si occupa di raccogliere i rifiuti. Ormai in ogni spettacolo sotto le stelle in Corsica quest’estate, ci sarà a disposizione dei partecipanti un punto rifiuti per buttare bottiglie, carta ecc…in modo selettivo. « In ogni momento della nostra vita dobbiamo essere attenti al rispetto dell’ambiente » ha detto Francesco Tatti presidente del SYVADEC.

 

Coufficialità o niente!


Il dibattito sull’avvenire della lingua còrsa prendre un andamento polemico. E' stata la divulgazione di un progetto della Giunta Regionale ad innescare la polemica. Questo progetto renderebbe obligatorio la conoscenza del còrso per i professori che passerebbero sotta la tutela della regione. Un progetto denunciato dai sindacati dell’Educazione Nazionale FEN e SNUI «Sarebbe discriminatorio e contrario al principio repubblicano d’uguglianza «dicono i sindacalisti. Al contrario l’Associazione dei Docenti di Lingua Còrsa difende il principio di coufficialità del còrso con il francese. Assicurano che «senza una coufficialità il còrso sparirà ». L’ultima decisione spetta all’Assemblea di Corsica che dovrebbe favorire la coufficialità. Ma la costituzione francese non lo permette, e una revisione è necessaria. Paolo Giaccobi, presidente della Giunta la promette.


 

Fiera dell’ulivo a Montegrosso


Il 21 e il 22 luglio Montegrosso in Balagna accoglie la XXIVesima edizione della fiera dell’ulivo. In quest’occasione si potrà assistere alla potatura dell’ulivo, ma anche a una dimostrazione di cucina còrsa e a un’assaggio di varie qualità di oli. Il Parco Regionale della Corsica presenta una mostra su l’ulivo e la trota macrostigma della Còrsica. Due cantautori còrsi sono al programma di questa fiera. Il 21 luglio a sera Jean Menconi e il 22 Jean Charles Papi.


Opinioni | Articoli | Documenti | Abbiamo letto | Notizie | Corso | Archivi | Miscellanea




Galleria
Vista dal cielo
Rogliano
Bastia-palazzo dei Governatori genovesi- Cortile interno
Cittadella di San Fiorenzo
Città romana d'Aleria - Il forum
Chiesa di Patrimonio
Stagno di Biguglia
Bastia-palazzo dei Governatori genovesi
Torre genovese di Miomo
Stagno di Biguglia
Cittadella di Bonifacio - Le mura
Cattedrale di la Canonica
Chiesa San Michele di Murato
Cittadella di Bonifacio






Registrazione alla newsletter









Scambio di link tra i nostri siti