A Viva Voce
Alcuni uomini e alcune donne di Corsica, premurosi del rinverdimento della lingua dotta dei nostri antenati hanno deciso di pubblicare questa rivista in lingua italiana. Essa è un nostro retaggio e un puntello per mantenere viva la lingua còrsa.
Home
Invia a un'amico
Stampa
aumenta la taglia del testo
diminuisci la taglia del testo
Documenti
San Francesco d'Assisi

Cantico delle creature


Da più parte ci è stato chiesto di pubblicare il Cantico delle Creature. Infatti, oltre ad essere affascinante sotto il profilo religioso e poetico, l’opera di San Francesco è anche suggestiva dal punto di vista linguistico.
Insomma, sembra un po’ nostra.


Giotto : San Francesco predica agli uccelli
Giotto : San Francesco predica agli uccelli

Altissimu, onnipotente, bon Signore,
 

tue son le laude, la gloria e l’onore e onne1 benedictione.
 

Ad te solo Altissimo, se konfano2
 

Et nullu omu ene3 dignu Te mentovare.


 

Laudato si,mi Signore, cum tucte le tue creature,
 

spetialmente messor lo frate sole,
 

lo quale jorna, et illumini per lui4,
 

et ellu è bellu et radiante cum grande splendore :
 

de Te, Altissimo, porta significatione.


 


Laudato si,mi Signore, per sora luna e le stelle ;
 

in celu l’ài formate clarite et pretiose et belle.


 

Laudato si, mi Signore, per frate vento
 

et per aere et nubilo et sereno et onne tempo,
 

per lo quale a le tue creature dài sustentamento.


 

Laudato si, mi Signore, per sor’acqua,
 

la quale è multo utile, et humele, et pretiosa et casta.

 


Laudato si,mi Signore, per frate focu,
 

per lo quale ennallumini la nocte,
 

et ello è bellu, et jucundo, et robustoso et forte.


 

Laudato si, mi Signore, per sora nostra matre terra,
 

la quale ne sustenta et governa,

e produce diversi fructi, con coloriti fiori et herba.

 


Laudato si,mi Signore, per quilli, che perdonano per lo tuo amore
 

e sostengo5 infirmitate et tribulatione.
 

Beati quilli, che sosterranno6 in pace,
 

ka de Te, Altissimo, sirano incoronati.


 

 
 

Laudato si,mi Signore, per sora nostramorte corporale,
 

da la quale nullu homo vivente po skappare.
 

Guai a quilli, ke morrano ne le peccata mortali.
 

Beati quilli, che se trovarà ne le tue sanctissime voluntati ;
 

ka lamorte secunda nol farrà male.


 

 
 

Laudate et benedicetemi Signore, e rengratiate,

e serviteli cum grande humilitate.


 

 
 

1 - Ogni.
2 - Convengono.
3 - E’.
4 - Il quale reca la luce e tu schiarisci il mondo per il suo tramite.
5 - Sostengono.
6 - Sopporteranno


Opinioni | Articoli | Documenti | Abbiamo letto | Notizie | Corso | Archivi | Miscellanea




Galleria
Cittadella di San Fiorenzo
Bastia-palazzo dei Governatori genovesi- Cortile interno
Rogliano
Chiesa San Michele di Murato
Città romana d'Aleria - Il forum
Cittadella di Bonifacio
Cattedrale di la Canonica
Chiesa di Patrimonio
Torre genovese di Miomo
Stagno di Biguglia
Vista dal cielo
Bastia-palazzo dei Governatori genovesi
Stagno di Biguglia
Cittadella di Bonifacio - Le mura






Registrazione alla newsletter









Scambio di link tra i nostri siti