Corso
Alessio Stretti

Una preghéra da Genuva à l'isula bella


In questo splendido sito web, per ovvi motivi si parla dei rapporti fra Corsica e cultura Italiana, concentrandosi su autori còrsi che scrivono nel loro idioma natio oppure nella lingua di Dante.. Io, da cittadino italiano (abito a Genova), mi sono permesso di andare contro corrente..


Una preghéra da Genuva à l'isula bella
Con questa poesia in lingua Còrsa ho partecipato al Concorso Internazionale di Poesia "Tropea - Onde Mediterranee" nella sezione "Onda quinta: poesia d'Europa e mediterranea"; il presente componimento (più altri 2 scritti in Italiano) sono stati pubblicati sull'Antologia "Onde Mediterranee 6a Edizione - 2009" nonchè sul blog di un
noto poeta maltese, Patrick Sammut : la ripropongo anche in questa sede, sperando che venga apprezzata dai lettori del sito.

Un'ultima nota sul linguaggio utilizzato: la poesia è scritta in lingua Còrsa nella sua variante Cismontana con elementi "Suttanacci", secondo la grafìa adottata nel dizionario "L’Usu Corsu" di Pascal Marchetti



Una preghéra da Genuva à l'isula bella

Eo sò citatinu
Di una terra sminticata
Un tempu surella
Oghje nimicata

Le sponde di stu mare
‘Un dividanu a mimoria
più di le fruntiere
criate da la storia

Speru chi lu tempu
Faci sguaglià sti cunfini

Chè i nosci cori franti
Si ritrovinu vicini