A Viva Voce

Alcuni uomini e alcune donne di Corsica, premurosi del rinverdimento della lingua dotta dei nostri antenati hanno deciso di pubblicare questa rivista in lingua italiana. Essa è un nostro retaggio e un puntello per mantenere viva la lingua còrsa.
Forum

Giuseppe Antonio Ottavi, il grande studioso còrso che "insegnò" l'agricoltura a Verdi e Garibaldi.

 Maurizio per la nostra Lingua
Lunedi 28 Gennaio 2013

Stampa versione
Curiosando in quella miniera di immagini e notizie che è la raccolta fotografica "Pezzetti di Corsica in Italia", messa a disposizione in rete dall'amico GIANCARLO (Rm) sul link: http://giancarlo.photos.club-corsica.com/rub-pezzetti-di-corsica-in-italia-%7C-petits-bouts-de-corse-en-italie-_248.html mi ha incuriosito la figura di Giuseppe Antonio Ottavi, agronomo còrso nato a Bastelica nel 1818 e vissuto per buona parte della sua esistenza in Italia, a Casale, cittadina piemontese capitale dell'antico Marchesato del Monferrato, dove morì nel 1885.
Nella raccolta di GIANCARLO (Rm) vengono riportate alcune notizie biografiche su questo grande studioso, la sua vasta bibliografia, le foto dei frontespizi di alcune opere, fra le quali il famoso "I segreti di Don Rebo" e quella del monumento che i suoi allievi gli fecero erigere dal grande scultore italiano Leonardo Bistolfi (di cui si può ammirare al Musée d'Orsay "Le berceau"). Vedi: http://www.weagoo.com/it/card/14715/giardini-pubblici---monumento-a-giuseppe-antonio-ottavi e http://www.chieracostui.com/costui/docs/search/schedaoltre.asp?ID=6710.
Sono andato dunque a cercare qualche ulteriore notizia su Ottavi "scoprendo" che non solo veniva considerato ai suoi tempi il più grande esperto di agricoltura in Europa, ammirato da personaggi come Verdi e Garibaldi che leggevano i suoi libri e ne seguivano i consigli (vedi: http://www.comune.casale-monferrato.al.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/1167) ma è stato un personaggio fondamentale per lo sviluppo dell'agricoltura e dell'enologia in Piemonte - una delle regioni a maggior vocazione vitivinicola della penisola - e in Italia. Studioso, professore, editore e fondatore di giornali, divulgatore (creò le cattedre ambulanti di agricoltura) fu capostipite di una dinastia di prestigiosi enologi che con i figli Ottavio ed Edoardo ha continuato la sua opera e ci ha lasciato un'imponente biblioteca in parte oggi donata alla Biblioteca Civica di Casale, il "Fondo Ottavi" (vedi: http://www.comune.casale-monferrato.al.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/1169.
La sua memoria è ancora molto rispettata e coltivata a Casale (vedi: http://www.comune.casale-monferrato.al.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/170) dove esiste anche una via a lui intitolata e un "Centro culturale Ottavi" che porta il suo nome e che nel 1985 ha celebrato il centenario della sua morte (vedi: http://www.comune.casale-monferrato.al.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/1923).
Insomma, Ottavi non solo è stato un uomo poliedrico e di grande valore di cui i còrsi possono andare fieri e nei cui confronti noi Italiani dobbiamo provare riconoscenza ma anche l'esempio vivente di come fosse facile a fine ottocento per un còrso integrarsi perfettamente ed esprimere pienamente e al massimo le proprie potenzialità in un ambiente culturale tutt'altro che straniero e ostile come quello italiano.
Per chi volesse conoscere qualcosa in più su questo personaggio di cui credo poco si sappia sia in Italia che in Corsica rimando alla voce a lui dedicata dall'edizione italiana di Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_Antonio_Ottavi) e a questo interessante ed esauriente link: http://appuntialessandrini.wordpress.com/2012/03/15/i-segreti-di-don-rebo-giuseppe-antonio-ottavi-e-la-cattedra-di-agricoltura-in-casale-monferrato-nella-seconda-meta-del-xix-secolo/.

Il tuo nome :


La tua e-mail :
 (non pubblicato)


Messaggio
Tag incastono   Annullare
La Sua video sarà pubblicata sotto il Suo post.